Martinasso & Valente

Anche per le cessioni di carburante l’obbligo di fatturazione elettronicascatta dal 1° gennaio 2019.

Le cessioni interessate sono quelle che hanno ad oggetto benzina e gasolio effettuate nei confronti di soggetti passivi IVA (imprese e professionisti).

Per la detraibilità dell’IVA e la deducibilità del costo relativo all’acquisto del carburante, il pagamento del rifornimento effettuato presso la stazione di servizio dovrà essere effettuato esclusivamente con mezzi tracciabili.

L’obbligo di fatturazione elettronica ai distributori di benzina riguarda solo i soggetti che hanno partita IVA. E’ vero che dal prossimo primo gennaio 2019 la e-fattura sarà obbligatoria per tutte le operazioni fra privati, quindi anche quelle B2c, ovvero verso consumatori finali che non hanno l’obbligo di fatturazione elettronica. Ma questo riguarda solo le operazioni per le quali bisogna fare fattura. Non le normali cessioni di carburante dal benzinaio.

In sintesi:un automobilista che non ha partita IVA, e che si ferma dal benzinaio afare un normale rifornimento, non avrà bisogno di fatturazione elettronica.Così come per un normale acquisto in un negozio, continuerà a essere emesso il semplice scontrino. Se invece, l’operazione è verso una partita IVA, il discorso è diverso: in questo caso la cessione di benzina viene fatturata, edal prossimo primo gennaio sarà necessario emettere la fattura elettronica.

Paga con la tua carta Soldo Drive e fornisci i dati per la fattura elettronica del carburante

È semplice. Ogni volta che fai rifornimento di carburante (Benzina, Diesel , GPL e Metano) ti basterà pagare con la tua carta Soldo Drive e fornire al benzinaio i dati necessari per richiedere la fattura elettronica relativa al pagamento.

Chiedi di inviare la fattura elettronica del carburante a Soldo

Dopo aver fornito i dati necessari per richiedere la fattura, ti basterà dire al benzinaio di inviarla direttamente a Soldo all’indirizzo di posta certificata (PEC) che verrà comunicato a ridosso di gennaio 2019.
A questo punto è tutto semplicissimo. Saremo noi a gestire il processo di riconciliazione tra pagamenti e fatture e a fine mese ti invieremo un unico documento riepilogativo di tutte le fatture elettroniche che potrai portare in contabilità. Il documento conterrà in automatico il calcolo per la detrazione dell’IVA e tutte le fatture elettroniche (con importo inferiore ai 300€) in un unico file compresso che potrai mandare anche al commercialista per la conservazione sostitutiva.

Cosa succede se invece decidi di far inviare le fatture a te o alla tua azienda?

Anche questonon è un problema. L’unica cosa che devi fare è ricordarti di inoltrarle a tuavolta a Soldo tramite la web console. A questo punto, di nuovo, saremo noi agestire tutto e a fornirti il documento finale riepilogativo di tutte lefatture elettroniche da utilizzare per dedurre i costi e detrarre l’IVA.

Fonte: drive.soldo

Chiama subito
Mappa