La scadenza per l’invio dei dati sanitari è slittata dal 31 gennaio 2016 al 9 febbraio 2016, lo ha annunciato l’Agenzia delle Entrate con un Comunicato Stampa del 21 gennaio.

Le istruzioni per i medici e intermediari

Sia che il medico provveda direttamente all’invio dei dati o che deleghi un professionista, resta lui il primo attore e deve comunicare la scelta collegandosi al sito http://sistemats1.sanita.finanze.it/wps/portal/.

L’obbligo riguarda sia le strutture sanitarie che gli iscritti all’albo dei medici chirurghi e degli odontoiatri i quali devono trasmettere al Sistema Tessera Sanitaria le spese sanitarie sostenute dai cittadini ai fini del 730 precompilato.

I medici già in possesso delle credenziali di accesso al Sistema TS possono utilizzare le medesime chiavi di accesso anche per l’invio dei dati di spesa per la precompilazione della dichiarazione dei redditi .

I medici e odontoiatri iscritti all’Ordine dei Medici, se non ancora in possesso delle credenziali, possono ottenerle:

–  recandosi personalmente alla sede provinciale dell’Ordine dei Medici di propria competenza

–  accedendo al sito del sistema TS www.sistemats.it tramite la propria TS-CNS

Per ulteriori dettagli si rinvia all’allegate istruzioni che spiegano come procedere per l’accreditamento.

Dopo che il medico si è accreditato puo’ scegliere di inviare direttamente i dati tramite una apposita applicazione messa a disposizione dal sistema TS, o tramite un proprio software.

L’invio del file può essere effettuato dal medico direttamente oppure tramite delega ad un soggetto terzo abilitato come intermediario fiscale, che normalmente corrisponderà al proprio commercialista.

Per conferire la delega il medico deve collegarsi alla sua area riservata di Sistema TS attraverso le credenziali in suo possesso e con un’apposita funzione di “Gestione deleghe” indicare la scelta dell’intermediario.

L’intermediario riceverà quindi una comunicazione nella sua PEC e dovrà accettare la delega.

Solo cosi’ l’intermediario potrà procedere all’invio dei dati sanitari per conto del medico.

La procedura, come si puo’ ben comprendere,  è abbastanza complicata e inusuale e ci si chiede se era proprio necessario questo doppio passaggio, visto che ormai gli intermediari svolgono già parecchi compiti per conto dei loro clienti in maniera molto piu’ snella.

Per saperne di più: https://cdn.fiscoetasse.com/upload/istruzioni_operative_medici.pdf

Categories:

5 Responses

  1. Gentili signori, ma le attività di ottica e oftalmica.. devono cominciare anche loro i codici fiscali con le relative vendite? O quali adempimenti devono fare per il 730 precompilato???

  2. Buona sera, ho visto sul sito tessera sanitaria che viè la possibilità di inviare le fatture relative alle spese sanitarie solo per medici odontoiatri e strutture sanitarie accreditate. Quindi mi conferma che non hanno alcun obbligo le strutture sanitarie non accreditate private (studio poliambulatorio in forma di srl). Rimarrebbero fuori dai 730 queste spese non comunicate?

Lascia un commento

Chiama subito
Mappa